Il trading binario è una truffa?

falla-opzioni-binarie

Da qualche anno a questa parte, l’investimento speculativo ha aperto le porte alla gente comune. Gli investitori della domenica si sono riversati in massa soprattutto nel mercato delle opzioni binarie, sospinti da una pressione pubblicitaria troppo ottimistica e probabilmente eccessiva. I piccoli disastri finanziari non si contano, sono stati in molti a rimetterci il capitale. Dunque, la domanda sorge spontanea: il trading binario è una truffa? Secondo i detrattori sì, e d’altronde i media nazionali – il riferimento è a qualche servizio televisivo – sembra protendere per questa ipotesi. La realtà è tuttavia più complessa di quanto possa sembrare.

Trading binario: le minacce

I detrattori del trading binario insistono sugli elementi di diversità rispetto alle altre tipologie di investimento considerate canoniche come, per esempio, il mercato azionario. In effetti, una differenza balza subito all’occhio, e riguarda il meccanismo. Lo stock market è retto dal meccanismo del surplus: si guadagna, o per meglio dire si specula, comprando basso e vendendo alto. D’altronde funziona così con il commercio in generale. Nel trading binario è diverso. Il principio di funzionamento, anzi, appare come un misto tra gioco d’azzardo e derivati. Si investe una cifra su un dato evento – riguardante il prezzo e se ci si “azzecca” si guadagna.

Un altro elemento di critica è il comportamento dei broker. I servizi televisivi l’hanno mostrato chiaramente: depositare è facile, prelevare è difficile. Senza contare la qualità dell’assistenza, che si posiziona tra l’ambiguo e l’inesistente.

Opzioni binarie: le opportunità

Ebbene, queste accuse – che sono solo due tra le tante che vengono usualmente mosse – sono facilmente confutabili. In primo luogo è vero che il meccanismo del trading binario può essere giudicato ambiguo, ma dal punto di vista della struttura le stranezze finiscono qua. Proprio come per il mercato azionario, delle commodity, delle valute etc. il trader delle opzioni binarie per guadagnare deve utilizzare un approccio serio, deve studiare i grafici, raccogliere evidenze e utilizzare una strategia. Insomma, deve fare l’investitore (speculativo in questo caso). D’altronde si tratta pur sempre di prevedere i prezzi. Un esempio di strategie le potete trovare a questa pagina http://www.opzioni-binarie-trading.com/opzioni-binarie-strategie/ in cui sono evidenziate alcune strategie base di investimento.

Per quanto riguarda i broker, il discorso è allo stesso tempo complicato e semplice. E’ vero, sono presenti svariate mele marce, ma queste possono essere riconosciute immediatamente e accuratamente evitate. Per verificare l’onestà di un broker è necessario controllare che abbia una regolare licenza. In genere gli estremi sono presenti nella home page. Una volta presa visione, non rimane che andare nel sito dell’ente e verificare che la licenza sia reale. Tutto qua. I broker di opzioni binarie “onesti”, a prescindere dalla qualità, non si discostano molto dalle altre tipologie di intermediario.

Dunque, alla domanda “il trading binario è una truffa”, è possibile rispondere in maniera negativa. A meno che a rispondere non sia un ingenuo…

Salva

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *